Croce dona una nuova ambulanza per festeggiare i suoi 140 anni.

Croce festeggia i suoi 140 anni donando una nuova ambulanza.

Per il suo 40esimo compleanno, festeggiato proprio a fine 2020, la Croce Casalese ha ricevuto in dono dal caseificio Angelo Croce, che nell’anno appena terminato ha celebrato 140 anni di storia, una nuova ambulanza. La consegna ufficiale è avvenuta ieri alla presenza del presidente della Casalese Davide Orlandi e di Antonio, Isa ed Elena Croce (assente Enrico Croce, ma presente col pensiero). «Desideriamo ringraziare il caseificio Croce per questa donazione davvero importante- ha commentato il presidente Orlandi; questa nuova ambulanza era necessaria perché un’altra è stata dismessa; i servizi di cui ci occupiamo sono tanti- ha continuato Orlandi – e quest’anno siamo stati particolarmente impegnati». Attualmente dunque la Casalese conta 5 ambulanze e 2 auto-vetture. «Nel corso di questo 2021 però desideriamo acquistare un’altra ambulanza – anticipa il presidente – e a questo proposito speriamo che altre realtà locali si lascino trascinare dall’iniziativa del caseificio Croce». Quanto alla cerimonia ufficiale di inaugurazione del nuovo mezzo, che comunque è già operativo, Orlandi ha concluso: «Vorremmo farla in occasione della consegna del Premio Pusterla 2020, non appena sarà possibile per il Comune organizzare la consueta cerimonia che a dicembre, causa Covid, non è stato possibile fare». Dal punto di vista più tecnico, la nuova ambulanza dotata dallo storico caseificio di Casale risulta dotata di tutte le strumentazioni necessarie per le attività di emergenza-urgenza. «L’allestimento è stato richiesto su misura, ordinato nei minimi dettagli – ha sottolineato l’operatore Marco Frigoli -, compresa la particolarità della doppia tecnica di sanificazione: una che si può fare mentre le persone si trovano a bordo e un’altra, invece, che deve essere fatta quando il mezzo è vuoto. A seguire passo dopo passo la trattativa per il nuovo acquisto sono stati gli operatori Angelo Uggeri e Vilma Sfolcini che nel caseificio Croce hanno trovato massima disponibilità «In questo anno così particolare, in cui i soccorritori hanno fatto tanto per assistere i malati, ci è sembrato bello donare questo mezzo alla Croce Casalese che ha sede proprio nella nostra città», ha commentato Antonio Croce. «Ci è poi parso avessimo in comune due compleanni importanti- ha concluso Isa Croce -, i loro 40 anni e i nostri 140».

Scarica l'articolo in formato PDF